Il programma

PROGRAMMA LISTA “RISCATTO MEDICO”

 

DIFENDERE

  • e tutelare il Medico da vessazioni ed imposizioni dei “poteri forti” (poteri politici, giuridici, economici, amministrativi, ecc.)
  • il rispetto della dignità, dei diritti e dell’autonomia del medico fin dai primi passi della professione (a cominciare dal medico in formazione e dalla guardia medica), agevolando e vigilando sull’inserimento dei giovani medici nel mondo del lavoro
  • e promuovere il diritto del paziente ad ottenere trattamenti efficaci in ambiente ospedaliero sicuro e controllato, nonché promuovere la tutela del medico ospedaliero, anche e soprattutto dal punto di vista legale/assicurativo, nell’ambito delle sue funzioni
  • la dignità dell’Atto Medico, anche dal punto di vista economico e, parallelamente, combattere lo svilimento della professione determinato da chi cerca di trasformarla in mero atto commerciale
  • l’immagine della professione medica promuovendo e supportando iniziative che rendano più visibile, nei confronti dell’utenza e delle strutture sanitarie, la qualità e l’eccellenza professionale
  • nella contrattualizzazione i Medici in formazione specifica di Medicina Generale riconoscendo loro i diritti fondamentali (parità retributiva, malattia, gravidanza) al pari dei Medici specializzandi

 

VIGILARE

  • sul rispetto rigoroso del Codice Deontologico al fine di difendere da indebite ingerenze la peculiarità e l’autonomia del rapporto medico-paziente
  • che gli onorari e i contratti siano compatibili con il decoro professionale, affinchè venga garantita una prestazione etica che tuteli il cittadino
  • al fine di evitare che i nuovi profili professionali sanitari e socio-assistenziali possano esercitare ingerenze nell’indissolubile rapporto medico-paziente
  • ed intervenire per una più corretta composizione e tenuta dell’Albo dei Consulenti Tecnici di Ufficio e dei Periti
  • sulla moralizzazione del mercato della Medicina del Lavoro censurando gli appalti al ribasso e promuovendo una maggior trasparenza dei contratti ed istituire nell’ambito dell’Ordine un gruppo di lavoro di Medici Competenti per tutte le tematiche inerenti lo svolgimento di questo diffcile compito

 

 PERSEVERARE

  • nella lotta contro l’abusivismo in tutti gli ambiti della professione medica per garantire la legalità della pratica professionale, nell’interesse dei colleghi e dei cittadini
  • nella difesa dei diritti della donna Medico con particolare attenzione alla gravidanza e alla maternità
  • nella promozione dell’aggiornamento professionale (ECM) qualificato, professionalizzante, libero, gratuito e indipendente da sponsorizzazioni commerciali
  • nello sviluppo di un dialogo costruttivo tra le varie componenti mediche del nostro sistema sanitario (ospedalieri, specialisti ambulatoriali, medici di medicina generale) che dia una risposta reale alle sempre maggiori richieste dei pazienti
  • e potenziare ulteriormente la positiva attività degli sportelli di consulenza già intrapresa dai Colleghi per le aree di Medicina di famiglia, Continuità assistenziale, Ospedaliera, per i giovani Medici, e per la donna Medico
  • e potenziare la collaborazione con l’Università al fine di migliorare la formazione dei futuri Medici, dei futuri Specialisti e dei Tutor Medici per renderla veramente adeguata allo standard europeo

PROMUOVERE

  • ed attuare forme di tutela assicurativa di categoria e di assistenza legale mediata dall’istituzione ordinistica
  •  la revisione del Codice Penale, sostenendo la depenalizzazione della colpa medica
  • il progressivo sviluppo di un organismo di mediazione dell’Ordine dei Medici preposto a gestire le controversie professionali con l’obiettivo di ridurre il contenzioso legale, favorendo un accordo fra le parti
  • l’istituzione di uno strumento pratico di informazione per i giovani Medici che approcciano per la prima volta la professione e ridurre la quota per i primi anni di iscrizione all’Ordine professionale
  • e sostenere che la quota iscrizione all’Ordine sia fiscalmente deducibile anche per i Medici Pensionati e favorire il rapporto tra Ordine dei Medici e Medici Pensionati anche attraverso una iscrizione a tariffe agevolate al fine di conservare il loro contributo di esperienza e professionalità

PREVIDENZA

  • Sostenere il processo di rinnovamento dell’ENPAM, promuovendone l’evoluzione  in senso federalista e prevedendo una gestione economica ed amministrativa regionale ed autonoma, basata sui principi di trasparenza, equità, efficacia e responsabilità
  • Sostenere la tassazione secca separata delle pensioni o almeno con aliquote descrescenti con l’aumento dell’età, difendere la pensione di reversibilità ai superstiti e promuovere l’aggiornamento ISTAT del 100% sulle pensioni
  • Intervenire nella revisione dello Statuto dell’ENPAM prevedendo la non rieleggibilità di tutte le cariche direttive, l’elezione diretta del Consiglio di Amministrazione, la riduzione delle indennità previste per i consiglieri  e la loro pubblicazione
  • Favorire una reale e trasparente disponibilità per i Medici delle locazioni degli immobili di proprietà dell’ENPAM e sostenere il diritto del Medico di ottenere mutui e finanziamenti a tassi agevolati dal nostro Ente previdenziale
  • Promuovere l’abolizione del contributo obbligatorio a favore dell’ONAOSI da parte dei Medici ospedalieri e sostenere la fusione tra ENPAM e ONAOSI, al fine di migliorare la previdenza del Medico e di evitare inutili sprechi di gestione